• it
Resonconto incontro in Regione Veneto dello scorso 15 luglio

Resonconto incontro in Regione Veneto dello scorso 15 luglio

513
Condividi

Venezia, 15 Luglio 2014

Si è svolto oggi a Venezia presso l’Assessorato Istruzione Formazione Lavoro della Regione Veneto un incontro con l’Assessore Elena Donazzan e l’associazione, al fine di aprire un tavolo di lavoro sulle tematiche relative alle famiglie numerose.
Oltre all’Assessore erano presenti all’incontro tre funzionari regionali, mentre per l’associazione erano presenti Franco Grotto, Coordinatore di Vicenza che da tempo mantiene aperti i rapporti con gli assessorati regionali, e Marco Dal Prà.
Le tematiche discusse, come da suggerimenti raccolti tra tutti i coordinatori ANFN, sono state focalizzate sulla necessità di intraprendere per i Bandi Regionali di aiuti alle famiglie
misure strutturali e maggiormente cadenzate.

In primo luogo è stato chiesto se sia possibile standardizzare il valore ISEE di accesso ai bandi, diversamente da quanto attualmente sta accadendo, per cui ogni bando usa un valore diverso mettendo confusione nelle famiglie.
In secondo luogo si è affrontata la problematica dei comportamenti ai limiti della legalità di taluni richiedenti i bonus erogati da regione e comuni; spesso infatti sono giunte in associazione lamentele che segnalavano l’assegnazione dei bandi a persone che non ne avevano bisogno.
A tal proposito i rappresentanti regionali hanno comunicato che sono già in corso attività per incrociare i dati delle richieste con INPS e Guardia di Finanza, proprio per limitare i comportamenti scorretti.
Altra tematica della quale si è discusso riguarda la possibilità per la Regione di erogare gli aiuti tramite buoni spendibili nel territorio (voucher), oppure tramite una social card regionale, sia per sgravare i comuni da oneri burocratici, ma soprattutto per snellire l’assegnazione dei fondi.
L’assessore a tal proposito ha manifestato l’intenzione di verificare se tale operazione può avere risparmi e soprattutto efficienza nella distribuzione dei bonus.
L’associazione ha comunque manifestato tutta la disponibilità ad aprire con gli uffici un confronto ogni qualvolta siano in corso progetti o nuovi bandi in modo da evidenziare se vi siano problemi più urgenti o difficoltà di applicazione.
I coordinatori hanno infine evidenziato come sia necessario coinvolgere, per i prossimi incontri, anche dell’assessorato alla sanità, in primo luogo per parlare delle discriminazioni causate dai ticket sanitari.
Il tavolo di lavoro si è quindi concluso rimandando ad un futuro incontro da tenersi dopo l’estate.

Famiglia Dal Pra’ Marco e Stefania
Coordinatore Provincia di Venezia

venezia@famiglienumerose.org