• it
REGIONE TOSCANA: PASSI IMPORTANTI PER LE FAMIGLIE

REGIONE TOSCANA: PASSI IMPORTANTI PER LE FAMIGLIE

332
Condividi

Giovedi 28 maggio una delegazione dell’ANFN ha avuto un ulteriore incontro con il personale dell’assessorato regionale alle politiche sociali per verificare i criteri relativi alla procedura amministrativa per la distribuzione di contributi economici a sostegno delle famiglie numerose.
La regione ha proposto un modello di autocertificazione per la produzione dei dati relativi alla composizione, residenza e reddito della famiglia .
Dati questi parametri, l’importo del contributo sarà determinato secondo una tabella da noi proposta e dalla regione accettata, che tiene conto sia del numero dei figli che del reddito complessivo del nucleo. Il contributo spettante sarà erogato detraendolo dalle bollette dell’acqua.
Nel prossimo incontro, nel mese di giugno, sarà deciso:
– approvazione definitiva del modello di autocertificazione da parte di CISPEL (l’associazione regionale delle imprese di servizio pubblico che operano nel territorio toscano e che gestiscono servizi a rilevanza economica come il servizio idrico, quello di igiene ambientale, il gas e altri servizi), la Regione e la nostra delegazione insieme al Forum.
– tempi per la approvazione della delibera da parte della giunta regionale e sua pubblicazione tramite gli organi ufficiali della regione Toscana (sito internet, albo regionale)
– canali aggiuntivi per la informazione alle famiglie tramite giornali, TV locali e regionale, internet, convegni, comunicazioni ai soci ANFN, comuni.
– comunicazione agli uffici di settore di come supportare le famiglie nella formulazione della domanda (ACLI, MCL, vari CAAF, Coldiretti, ecc.)
Presumibilmente entro fine settembre si concluderà l’iter. Dalla 1a bolletta utile dopo la scadenza si inizierà a fruire dello sconto.

Dovrà essere anche nostra cura informare le famiglie e l’opinione pubblica di quanto abbiamo ottenuto nel corso di questi incontri e diffondere il più possibile l’informazione su modi e tempi di presentazione della richiesta di erogazione del contributo.

Mentre altre regioni ancora non hanno definito nessuna facilitazione alle famiglie e altre lo hanno fatto attraverso i comuni con tutte le difficoltà del caso, la nostra associazione in Toscana, con pazienza, passione e impegno è riuscita a formulare una proposta che tenga veramente conto del numero dei figli. Futuro della società.

Sono i valori in cui crediamo e per cui operiamo.


Luca e Lucia Gualdani