• it
Raccolta di solidarietà per una famiglia di Misilmeri (PA)

Raccolta di solidarietà per una famiglia di Misilmeri (PA)

6
Condividi

Carissimi tutti, torno a parlarvi della famiglia Romano/Lucchese di Misilmeri, e della loro, non semplice, situazione di famiglia, avuta alla perdita prematura del capo famiglia.

Giuseppe Romano era infatti un Ispettore di Polizia Municipale del Comando di Palermo e l’anno scorso è rimasto vittima di un tragico incidente domestico, dinanzi agli occhi increduli dei figli. Ha lasciato sola Maria Grazia che ha oggi 6 creature a carico (Roberto, 25 anni, all’ottavo anno di conservatorio; Dadila 16 anni al secondo anno di Liceo musicale, Gabriele 14 anni al primo anno del Liceo scientifico, Riccardo 8 anni in terza elementare, Ginevra 6 anni in prima elementare, Greta 4 anni frequenta la scuola materna) e un figlio sposato e lavoratore, di nome Alessandro.

Malgrado l’appello fatto mesi fa, non c’è stato alcun riscontro economico o solidale alla famiglia. Ciò è triste, ma possiamo recuperare. Cercando di prestare maggiormente attenzione a queste poche righe. Andiamo tutti di fretta, è vero. I figli chiamano, gli impegni incalzano, il Natale è alle porte e occorre perfezionare l’albero, fare il presepe, trovare le tovaglie giuste, possibilmente abbinate, per poter ricevere i parenti. Questo periodo di Avvento c’impone però anche altro: fare silenzio e raccoglimento per accogliere e poi dare. Accogliere il Signore nel nostro cuore, e dare al mondo, secondo la regola d’oro che Gesù ci ha insegnando, dando anche la sua vita per noi.

Mettiamoci, dunque, nei panni di Maria Grazia. Il Natale e la gioia devono bussare anche alla loro porta. Intanto però la situazione economica in casa è peggiorata. «Inizialmente avevamo un po’ di soldi messi da parte (gli arretrati del lavoro di mio marito)» ci racconta la donna «che, purtroppo avendo una misera pensione di €611, ho dovuto prendere per mantenere la famiglia e le varie problematiche che si presentavano ogni giorno. Senza dimenticare la pesante “spada di Damocle” sulle spalle: il mutuo della casa da dover estinguere più altri debiti››.

‹‹Come fare ad affrontare la giornata?››, si chiede e ci chiede Maria Grazia. ‹‹Proprio perché desidero offrire un futuro più dignitoso alla mia famiglia, vorrei lavorare. Ma non ho preferenze›› specifica ‹‹vorrei solo che fosse un lavoro in base al mio titolo di studio (licenza media), che mi impegnasse possibilmente la mattina, e che fosse nella mia zona o al massimo Palermo. Essere solo mantenuta con gli aiuti e la Provvidenza non mi rende serena››.

Ma andiamo per grado. Intanto la loro famiglia va aiutata e proprio economicamente, per affrontare la quotidianità sempre emergente e vivere più serenamente questo periodo di Avvento al Santo Natale.
A tal fine, facciamo presente a tutti i nostri amici che sarebbe un bel gesto se “potessimo” offrire loro un contributo solidale. A seguire le coordinate bancarie del conto corrente “Fineco” di Maria Grazia Lucchese. IBAN: IT84E0301503200000005645804.

Oltre l’aspetto economico, le persone come potrebbero aiutarla? Utilissimo sarebbe offrirsi nell’aiuto coi figli. Il dopo-scuola per es. è un aiuto consistente.
Vi lasciamo i suoi recapiti per darle buone nuove: cell. 347.7992737; contrada Angheria n. 24 Misilmeri.

Patrizia Carollo