• it
Professione mamma e convegno sulle politiche familiari, un successo a Perugia  il...

Professione mamma e convegno sulle politiche familiari, un successo a Perugia  il week-end dedicato alle famiglie

225
Condividi

Tante le presenze in una cornice accogliente e “familiare” per valorizzare la grande risorsa che la famiglia costituisce per tutta la società.

Perugia – Si è concluso il lungo week end dedicato alle famiglie nel capoluogo umbro, che ha visto tra sabato e domenica ben tre eventi organizzati e promossi dall’Associazione Nazionale Famiglie Numerose (Anfn) con il sostegno delle istituzioni Comune di Perugia e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani).

Sabato infatti si è svolto il convegno talk-show “Una famiglia per la città, una città per la famiglia”, in cui è stato affrontato da varie angolature il problema della denatalità che sta erodendo la società regionale e nazionale.

In questa occasione è stato presentato da Carlo Dionedi (vice presidente nazionale dell’Associazione nazionale famiglie numerose) il dossier “La Ri-nascita dell’Italia: figli, giovani e famiglia, documento articolato su ventisei punti proposto nei mesi scorsi da Anfn al Governo italiano, corredato da una serie di dati demografici estremamente eloquenti (qui in allegato).

Presenti all’incontro l’Assessore del Comune di Perugia Edi Cicchi, in qualità di presidente della commissione nazionale al Welfare dell’ANCI, alla quale è stata consegnata la scultura “Per-la famiglia”, realizzata dall’artista toscano Andrea D’Aurizio, padre di una famiglia numerosa; accanto alla Cicchi Mario Bruno, Sindaco di Alghero, uno dei Comuni a misura di famiglia italiani. Ottenere questo stesso titolo è l’obiettivi portato avanti dal Comune perugino, che si è impegnato in un percorso di 18 mesi che porterà ad ottenere la certificazione di Comune italiano che mette al centro delle politiche ed iniziative il sistema virtuoso della famiglia.

Tra gli altri intervenuti il deputato Mario Sberna (già presidente dell’Anfn), Simone Pillon (vice presidente nazionale del Comitato Difendiamo i Nostri Figli), autore di un’analisi lucida della situazione sociale ed economica in cui versano i giovani di oggi e di quanto si prospetta nel nostro Paese da qui a trent’anni dal punto di vista della composizione della società.
Tutto il convegno è stato animato dalla musica e dal canto di varie famiglie perugine,  rigorosamente numerose.

Nella mattina di domenica, invece, oltre all’assemblea nazionale dell’Anfn, si è tagliato il nastro dell’attesa manifestazione Professione Mamma: una vera kermesse dedicata alla famiglia in cui le “mamme numerose” hanno messo in campo e condiviso le proprie abilità al servizio della famiglia: tanti consigli utili e pratici mediante stand dedicati alla coppia, alla creatività, alle professioniste della casa e del look, alla “professione” di mamma nonché alle associazioni che hanno come mission i temi della coppia e dell’educazione dei figli, fino alla vasta Area Servizi dedicata ai servizi utili per la famiglia. Il tutto in un clima familiare e accogliente, che ha messo a proprio agio ogni tipo di visitatore, soprattutto i piccoli con lo spazio animazione loro appositamente dedicato, nonché con l’esilarante spettacolo della compagnia teatrale Leo Scienza di Bologna, “Sull’isola deserta”, esibizione comica ma anche scientifica, che ha catturato l’attenzione di grandi e piccini.

L’inaugurazione di Professione Mamma è avvenuta alla presenza del Vescovo ausiliare di Perugia, mons. Paolo Giulietti e dell’assessore del Comune di Perugia, Edi Cicchi.

La kermesse ha visto l’affluenza di tante famiglie provenienti da tutta la regione.

Queste le parole dei coordinatori Anfn Umbria, Vincenzo e Sarah Aquino, che hanno tenuto le fila di tutto l’evento:

“E’ stata per noi una bella sfida quest’anno con un format con l’organizzazione del convegno, realizzato in forma di show, per rappresentare la famiglia come uno spettacolo: musica, parole e contenuti importanti per sottolineare la bellezza e l’importanza della famiglia della società, una vera ricchezza per tutti. Per questo la famiglia va sostenuta e aiutata, per arricchire la società. Un grazie speciale all’assessore Edi Cicchi, che crede tantissimo nel progetto di Perugia come comune family friendly e si sta impegnando al massimo per la realizzazione, nonché a tutte le persone che si sono impegnate per la riuscita di questa grande festa”.

Mariangela Musolino