• it
Premio Elfac al Trentino

Premio Elfac al Trentino

572
Condividi

La piccola Lettonia, che si sta spopolando intende raddoppiare la sua popolazione nel giro di due generazioni. Guarda all’Estonia, che in pochi anni è passata da un tasso di fertilità del 1.30 a 1.67 grazie a una potente politica di investimento che porterà nelle tasche dei genitori più prolifici, indipendentemente dal loro reddito, fino a 1000 al mese.
Anche l’Ungheria si è attrezzata e dopo avere inserito nella sua costituzione il sostegno per la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna, ha investito in benefits e politiche familiari. Un investimento importante anche quello della Polonia che con il progetto 500+ e il sostegno economico alle famiglie, modulato a seconda del numero dei figli, intende smuove l’economia e prevede un aumento del suo Pil dello 0,5.
Sono alcuni esempi che si susseguono sul tavolo delle conferenze al palazzo municipale di Riga, la capitale della Lettonia che ospita l’ottavo concesso delle famiglie numerose Elfac. I paesi dell’est si confrontano con una situazione drammatica di spopolamento: la Lettonia, dove le morti superano i nuovi nati oramai dai primi anni novanta, teme per la sua stessa esistenza e guarda con interesse pieno di speranza le iniziative della vicina Estonia che in pochi anni è riuscita a ristabilire un trend positivo e guarda la futuro con speranza. Dal Portogallo, l’osservatorio dei comuni “family responsabile” assegna la bandiera verde a quei comuni che rispondono a una lista di severi criteri per potersi forgiare del titolo “family friendly”: ma sono decisamente i paesi dell’est a brillare per politiche di investimento sulla famiglia.
Per il programma 500+ è stata premiata la ministra Polacca per la famiglia e gli affari sociali, ma grandi complimenti sono andati al ministro Estone che ha illustrato una lunga serie di misure in beneficio delle famiglie, in particolare numerose, che hanno già prodotto risultati importanti e un vero e proprio ritorno a casa di tanti estoni emigrati all’estero.
In questo quadro brilla ancora meglio l’esperienza felice del trentino, premiato dall’Elfac nella categoria “Amministrazioni locali” per il sistema che ha saputo costruire in un paese come l’Italia, ancora sordo a livello nazionale alle grida di allarme sulla situazione demografica e i dati di povertà tra le famiglie con tre e più figli. Supporto economico ma soprattutto un sistema di sostegno e di simpatia che ha messo al centro della politica della Provincia la famiglia e il suo benessere. Una scelta ben poco ideologica, dettata dalla consapevolezza che una famiglia forte e positiva alimenta e fa crescere l’economia e la società intera.
Il premio Elfac è stato ritirato da Luciano Malfer, direttore dell’agenzia per la famiglia, che ha invitato nell’occasione il presidente Elfac Laszlo Marki al Festival della famiglia del prossimo dicembre, per poter continuare la collaborazione instaurata dalla provincia con Anfn e su un piano internazionale con l’Elfac.

Regina e Fabrizio Maroncelli