Dicono di noi   Sala stampa   Comunicati  Iniziative   Video    Cerca nel sito:  
 25/05/2015  Vacanze al mare per famiglie numerose ad Alcamo (TP)  •  20/05/2015  5 X MILLE? FIRMA PER ANFN!  •  19/05/2015  ULTIMISSIMI POSTI DISPONIBILI - PROGETTO VACANZE 2015  •  18/05/2015  Marcia per la Vita 10 Maggio 2015, una giornata meravigliosa!  •  17/05/2015  Verso il Forum 2.0 – Conferenza di Programma   •  16/05/2015  CONTRIBUTO CASSA RURALE DI BOLZANO 2015  •  11/05/2015  E' nato Alessio Taviani  •  11/05/2015  FESTA DEL BAMBINO   •  11/05/2015  Internet è l’uomo nero per i nostri bambini? Alcune riflessioni sulle politiche di protezione e filtro per il web  •  10/05/2015  Il coraggio di sposarsi  Feed RSS facebook Youtube Youtube





Trentino-Alto-Adige Friuli-Venezia-Giulia Veneto Marche Umbria Abruzzo Molise Valle-da-Aosta Lombardia Piemonte Emilia-Romagna Liguria Toscana Lazio Puglia Basilicata Campania Calabria Sicilia Sardegna
Quanto si legge nella vostra famiglia?
 
Meno di due libri all'anno

Dai tre ai cinque libri

Dai sei ai dieci libri

Dagli undici ai venti libri

Più di venti libri

 


 
Stampa questa pagina  Invia ad un amico 

Friuli : Carta famiglia, sconto sulla bolletta fino a 500 euro

TRIESTE Almeno 300 euro, anziché 210, se i figli a carico sono due. E almeno 500 euro, anziché 300, se sono più di due. Renzo Tondo e Roberto Molinaro aprono ufficialmente la «corsa» al rimborso sulla bolletta della luce, primo benefit riservato ai titolari della «Carta famiglia» del Friuli Venezia Giulia, regalando una novità: un rimborso più ricco di quello ipotizzato dai predecessori. Ma il presidente della Regione e l’assessore alla famiglia assicurano che è solo l’inizio: «Il sostegno alla famiglia è uno dei capisaldi della nostra azione di governo tanto che abbiamo istituito, unici in Italia, un servizio ad hoc». La riprova? «La Finanziaria 2009 contiene un pacchetto famiglia che, includendo gli asili nido, vale 28,5 milioni di euro», rivendica Molinaro. «E se le risorse non dovessero bastare, le rimpingueremo nella manovra estiva», garantisce Tondo.
LA CARTA FAMIGLIA Per ora, però, la priorità è avviare la «Carta» che deve assicurare sconti e agevolazioni alle 150mila famiglie del Friuli Venezia Giulia con almeno un figlio. È un’eredita dell’era illyana, ma viene salvaguardata: «È stata un’intuizione felice. La portiamo avanti a conferma che non abbiamo un approccio ideologico sulle leggi del centrosinistra» sostiene Tondo. Certo, il suo programma elettorale prevede di mettere mano anche alla legge sulla famiglia. Ma non c’è fretta: «Lo faremo il prossimo anno» annuncia Molinaro.
BONUS ELETTRICITÀ L’assessore, adesso, preferisce concentrarsi sul nuovo portale www.famiglia.fvg.it che d’ora in avanti accompagnerà operativamente le politiche regionali di settore e, soprattutto, sulle regole che disciplinano il primo aiuto concreto. E cioé il contributo regionale sulle spese sostenute per la fornitura di energia elettrica nell’ultimo anno: possono richiederlo le famiglie che hanno almeno due figli - sulla carta 67mila - e un reddito Isee inferiore ai 30mila euro, oltre alla residenza da un anno. Le domande vanno presentate dal 1° dicembre al 28 febbraio nel Comune di residenza. Ma le 6 mila famiglie che hanno già chiesto e ottenuto la «Carta» possono prenotare il bonus elettricità via Internet, collegandosi al portale. Non è previsto alcun divieto di cumulo con la «social card» e gli altri provvedimenti che il governo nazionale ha allo studio.
I COMUNI A disposizione, per il rimborso che verrà erogato sul conto corrente, in contanti o tramite assegno «a partire dal 1° marzo 2009», ci sono 11,2 milioni di euro: «Pensiamo siano sufficienti anche se, essendo una prima volta, dobbiamo vedere quante domande arriveranno» afferma Molinaro. La «Carta», naturalmente, non si esaurirà nel bonus elettricità: la gamma degli aiuti possibili è vastissima, va dagli sconti sulla spesa o sulle bollette a quelli sulla pizza o sugli ingressi in piscina. Ma l’assessore, per ora, non si sbilancia sul prossimo intervento, «anche perché attendiamo di conoscere le misure nazionali». Piuttosto, annunciando l’arrivo di 2,4 milioni freschi freschi, insiste sul ruolo dei Comuni che sono chiamati a concorrere alle politiche regionali per la famiglia, attivando benefici aggiuntivi a livello locale: «Un esempio? Trieste ha già introdotto lo sconto Tarsu».
LA FINANZIARIA Molinaro, infine, si sofferma sul «pacchetto famiglia» contenuto nella manovra: una quindicina di milioni per la legge sulla famiglia e tredici per l’abbattimento delle rette e il sostegno agli asili nido. Non solo: «Abbiamo previsto due nuove linee di spesa. Una a sostegno della formazione delle famiglie, anche per contrastare l’alto tasso di separazioni, e l’altra a sostegno dei servizi prodotti dalle famiglia come i nidi condominiali o le madri di giorno».

25/11/2008
Roberta Giani, IlPiccolo

Inviare il proprio commento all'indirizzo redazione@famiglienumerose.org inserendo come oggetto il titolo della notizia a cui si fa riferimento.
Pagine: [ 1 ]




 FAMIGLIA CON 4 FIGLI A CARICO: AIUTI? 
 Ciao a tutti.
Sono VOLPIN SCILLA e sono al termine di un percorso formativo che mi permetterà di diventare TECNICO CRANIO-SACRALE. A tal fine mi ...
di simonetti.davide

 1 MESSAGGIO... CHE ONORE... 
 
GENITORI DI QUATTRO FIGLI, CERCANO CASA IN AFFITTO, ZONA BASSANO DEL GRAPPA, VICENZA, PREZZO MODICO
mail:

 
ciao a tutti, siamo la famiglia Rapalino di Cinaglio (AT).
avremo bisogno di vendere il nostro camper 7 posti per far fronte al rifacimento del t...
di stefanopaola
 
























Hosting by
Web Project Snc - Realizzazione siti web

 
 
Copyright © Associazione Nazionale Famiglie Numerose 2015 - www.famiglienumerose.org