• it
Delegati del nord a Lignano: famiglia cuore pulsante del paese

Delegati del nord a Lignano: famiglia cuore pulsante del paese

272
Condividi

Con 500 km percorsi, sono i coniugi Canepa, coordinatori regionali della Liguria i globe trotter dei delegati che si sono ritrovati a Lignano sabato 1 aprile per il primo incontro per macroaree delle regioni del Nord Italia. Uno sforzo ripagato dall’affetto e la pertecipazione che il meeting ha suscitato nelle decine di delegati rappresentanti Anfn in Liguria, Piemonte, Val d’Aosta, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna.
Nel corso delle due giornate di lavoro, sono state presentate le attività svolte a livello regionale, si è discusso della partecipazione delle famiglie e le iniziative atttive per le famiglie numerose suò territorio. “Famiglia cuore pulsante del Paese significa”- ha detto Giuseppe Butturini, presidente Anfn- una responsabilità e una mission precisa: contribuire a rendere il nostro Paese “family friendly””.
Da qui l’impegno per diffondere il protocollo “Comune Amico della Famiglia” nato dalla convenzione stipulata tra la Provincia di Trento e Anfn. Il progetto, avviato con Alghero, coinvolge ormai decine di comuni in tutta Italia e vede protagonisti i delegati Anfn in una capillare diffusione di una iniziativa prima di tutto culturale che mette al centro delle politiche locali la famiglia. Un compito immane che richiede una sempre maggiore “professionalità” anche nel volontariato, un atteggiamento e una competenza da imparare attraverso la formazione sempre più necessaria per coinvogliare in modo efficace le energie delle famiglie chiamate a lavorare sul territorio, “famiglie antenna” in grado di intercettare bisogni e trasmettere speranza.
“I nostri figli- ha ricordato Giuseppe Butturini- rappresentano un terzo dei giovani tra i 3 e i 18 anni. E pensare che le famiglie con tre o più figli sono solo il 4% delle famiglie: darsi per i nostri figli significa darsi per il futuro del nostro Paese”. Con la consapevolezza che il modello “numerosa” rappresenta ancora un riferimento ricco di valori attuali e necessari. Per tutti.

 

Regina Florio Maroncelli