• it
CISL-FORUM ASSOCIAZIONI FAMILIARI: UN PERCORSO COMUNE

CISL-FORUM ASSOCIAZIONI FAMILIARI: UN PERCORSO COMUNE

431
Condividi

La Cisl siciliana e il Forum regionale delle associazioni familiari hanno sottoscritto un documento in sei punti che è una carta d’intenti e anche l’impegno a iniziare un percorso politico comune. In particolare, sul piano del “confronto culturale”, della “proposta politica”, delle azioni congiunte, di consultazioni, approfondimenti ed elaborazione di concrete proposte condivise. Obiettivo, precisa il documento: promuovere la centralità della famiglia, specialmente di quelle numerose, con efficaci politiche regionali e con politiche fiscali e tariffarie. Anche con la riforma complessiva dell’Irpef.

DI SEGUITO IL DOCUMENTO SOTTOSCRITTO:

CISL-FORUM ASSOCIAZIONI FAMILIARI: UN PERCORSO COMUNE

L’Unione Sindacale Regionale CISL Sicilia ed il Forum delle Associazioni Familiari della Sicilia, nello spirito di quanto evidenziato dalla “Carta dei diritti della famiglia” (Santa Sede, 1983) preso atto, al di là dei proclami politici susseguitisi negli anni, dell’assenza di politiche regionali di sostegno e concreta promozione delle famiglie siciliane, in considerazione del fatto che l’attuale situazione di profonda crisi economica e sociale ha duramente colpito le famiglie, molte delle quali, alle prese con la perdita del lavoro e la drastica riduzione degli interventi di sostegno sociale, sono cadute in povertà, mentre altre si trovano in serie difficoltà, soprattutto riguardo al futuro occupazionale dei figli, manifestano il comune intendimento di promuovere in Sicilia la centralità della famiglia di cui all’art.29 della Costituzione ed efficaci Politiche Familiari regionali.

In tale prospettiva, convengono di iniziare un percorso comune di confronto culturale e di proposta politica, a partire da alcune criticità individuate e da alcuni obiettivi ritenuti prioritari:

* la riattivazione e il rilancio dell’ “Osservatorio Regionale Permanente sulle Famiglie”, assolutamente inerte da diversi, troppi anni;

* l’attuazione concreta di misure di sostegno e promozione della famiglia a partire da quelle previste dalle leggi regionali n°10/2003 e dalla n°50/2012;

* “Politiche Sociali” (a favore delle famiglie in grave disagio, indigenti, con disabilità e non autosufficienti), anche con l’istituzione di un fondo unico per le povertà;

* “Politiche Familiari” che contrastino la denatalità galoppante, la migrazione giovanile, anche al fine di rendere sostenibile il futuro welfare regionale;

* l’approfondimento tecnico scientifico e la promozione di un immediato confronto finalizzato all’adozione~ di una scala regionale di equivalenza Isee, che adatti alla grave situazione della nostra regione la normativa di riforma adottata a livello nazionale (tenendo conto, ad esempio, delle esigenze delle famiglie numerose di cui all’art.31 Cost., e, quindi, dei costi di mantenimento, di quelli di accrescimento, educazione ed istruzione);

* la modifica della disciplina del regime regionale delle esenzioni dal ticket sanitario, che penalizza le famiglie di cui agli artt.29 e 31 Cost.;

La USR Cisl Sicilia e il Forum delle Associazioni familiari Sicilia considerano, inoltre, estremamente gravosi gli oneri fiscali e tariffari a carico delle famiglie; in proposito la Cisl ritiene urgente una complessiva riforma dell’IRPEF e del sistema tributario nel suo complesso che favorisca i pensionati ed i lavoratori e le loro famiglie, il Forum pone tra i suoi obiettivi la riduzione dell’addizionale Irpef regionale (e nei comuni siciliani) mediante un meccanismo che tenga in debito conto i carichi familiari di cui all’art.30 Cost. e della capacità contributiva di cui all’art.53 Cost., che decresce con l’aumentare della numerosità del nucleo familiare. Cisl Sicilia e Forum Sicilia si impegnano a sostenere insieme l’obiettivo di promuovere politiche fiscali e tariffarie di vantaggio per le famiglie siciliane.

Cisl Sicilia e Forum convengono in proposito di attivarsi a livello regionale e locale avviando azioni congiunte finalizzate ad incidere sui regimi tariffari (tariffe sociali, regimi particolari per famiglie numerose e/o in condizioni di disagio), sulla tassazione locale, sui servizi socio assistenziali e socio sanitari alle famiglie (asili nido, assistenza domiciliare, consultori familiari…), sulle politiche di armonizzazione dei tempi di lavoro e di cura familiare, le politiche abitative, etc..

Considerata la rilevanza dei temi, Usr Cisl Sicilia e Forum delle Associazioni Familiari della Sicilia concordano di iniziare un lavoro comune di consultazione e approfondimento per l’elaborazione di concrete proposte condivise. A questo scopo potranno essere promosse iniziative, incontri, confronti sui temi della famiglia, perché siano sempre più al centro delle dinamiche politiche e sociali della Regione, favorendo una programmazione integrata che superi la logica degli interventi parziali e disorganici.

Palermo, marzo 2014