• it
Che festa la famiglia!

Che festa la famiglia!

661
Condividi

Carissime famiglie,
è stata una bella giornata di festa e conoscenza che ci ha dato una carica incredibile. La Festa si è svolta presso l’Istituto Salesiano di San Benigno Canavese. Abbiamo coinvolto più di 30 famiglie e, nonostante le disdette dell’ultimo momento causa influenza, alla fine eravamo quasi 100 persone. I nostri figli più grandi, coadiuvati da una scout, hanno gestito l’animazione dei bimbi più piccoli. La partecipazione alla Messa presso l’Abbazia di Fruttuaria è stata toccante; noi abbiamo partecipato attivamente leggendo le intenzioni di preghiera, citando le parole che il Papa ci ha dedicato a dicembre 2014.
Quindi la giornata è proseguita con un pranzo in condivisione; come normalmente succede nelle nostre famiglie, siamo riusciti a finanziare con offerte l’offerta da parte dei Salesiani di un piatto caldo: chi poteva ha dato qualcosa in più. Abbiamo avuto la partecipazione dei coordinatori di Alessandria-Asti e dei nostri coordinatori regionali. Le famiglie delegate e associate hanno dato tutte una mano affinché la festa riuscisse al meglio.
Il pomeriggio, prima dell’incontro conoscitivo, è iniziato con un fuori programma: una partita a calcio tra figli e genitori, fortemente voluta dai ragazzi e…sorpresa…vinta dai genitori 4-3 (ricordate Italia-Germania?), con splendide giocate di Silvio, Andrea, poi un portiere incredibile della nostra squadra, e qualche fuori quota under 18 che giocava comunque con noi. Poi partite a pallavolo e bambini piccoli in palestra con giochi vari, calcio balilla e altro.
Al termine abbiamo visitato l’Abbazia, anche la parte dedicata agli scavi che hanno riportato alla luce reperti e mosaici risalenti all’anno Mille. Molto bello.
Un saluto finale ed un augurio per le feste che si stanno per avvicinare.
La soddisfazione più grande è stata vedere i nostri figli di tutte le età che si sono divertiti un mondo: ci hanno lasciato l’impressione che nei prossimi incontri loro per primi avranno voglia di incontrarsi di nuovo. Abbiamo dedicato e dedicheremo sempre le nostre feste a loro, ai nostri figli.
Paolo e Marzia