• it
BONUS FISCALE. FAMIGLIE NUMEROSE: «NON TIENE CONTO DEI CARICHI FAMILIARI, OCCASIONE PERSA»

BONUS FISCALE. FAMIGLIE NUMEROSE: «NON TIENE CONTO DEI CARICHI FAMILIARI, OCCASIONE PERSA»

713
Condividi

«Perché rimandare a domani un provvedimento che il governo avrebbe dovuto assumere ieri o meglio l’altro ieri?»: così l’Associazione nazionale famiglie numerose (ANFN) commenta la decisione di rinviare alla legge di stabilità 2015 l’allargamento del bonus fiscale alle famiglie monoreddito con (almeno due) figli a carico.

«I conti sono presto fatti – commenta Alessandro Soprana, direttore dell’osservatorio politico Anfn. Prendiamo il caso di una coppia di lavoratori dipendenti, nome fittizio Mauro e Paola, nessun figlio. Papà e mamma hanno un reddito appena inferiore ai 26.000 euro. Ebbene, grazie al bonus fiscale, hanno ricevuto un aumento in busta paga. Mauro e Paola sono colleghi di Renato, che con la moglie Anna dà da mangiare a dieci figli. Renato percepisce un reddito di poco superiore alla soglia dei 26mila: per lui nessun aumento. Chi sono quei lungimiranti tecnici che hanno trovato questa soluzione?».

L’amara osservazione di Soprana: «In Italia le culle sono vuote, gli anziani sono sempre di più e sempre meno giovani ed adulti potranno occuparsi di loro e di pagare le loro pensioni. E lo Stato cosa fa? Invece di incoraggiare le coppie a mettere al mondo figli, per tornare vicini alla soglia di sostituzione, penalizza le stoiche che ancora pensano al bene comune generando futuro. Complimenti».
La conclusione: «Adesso non ci resta che sperare nella delega fiscale. Pronti a fare le nostre proposte».