• it
BILANCIO DEL PROGETTO SOLIDARIETA’ “AIUTIAMOCI”

BILANCIO DEL PROGETTO SOLIDARIETA’ “AIUTIAMOCI”

409
Condividi

Dopo tre anni dall’inizio del Progetto “Aiutiamoci” il nostro impegno è diventato notevole. Man mano che si va avanti le richieste di aiuto sono in costante aumento. Il problema più grande è che le offerte economiche versate nelle casse dell’Associazione risultano in calo. Ovviamente questa è una conseguenza diretta del fatto che siamo tutti investiti dalle recenti difficoltà economiche.
Solitamente le famiglie in difficoltà arrivano alla nostra Associazione solo quando non riescono ad avere aiuto e sostegno da nessun altro ente (Comune, Caritas, parrocchie ecc.); di solito sono disperati e il problema più grande che si presenta è quello di perdere la casa: lo sfratto per chi non può pagare il fitto o il sequestro dell’immobile da parte della banca per chi non può pagare il mutuo. Tutto questo avviene perché il capofamiglia o a volte anche entrambi i coniugi perdono il lavoro. A questo punto subentra uno stato di abbandono sociale e di isolamento che lascia la famiglia indifesa e sola.
La maggior parte delle persone che si sono rivolte all’Associazione, alle quali abbiamo risposto con mail e/o telefonate, hanno apprezzato molto il fatto che noi ci siamo interessati ai loro problemi. Per loro sentirsi ascoltati è stata già una grande forma di aiuto. Anche l’invio del pacco dell’Associazione, una risposta immediata di presenza tangibile, è stato molto apprezzato.
Ci siamo attivati per sensibilizzare il territorio e sollecitare la rete partendo dai nostri coordinatori ANFN dislocati nelle diverse zone d’Italia. In tal senso abbiamo ottenuto risultati apprezzabili, soprattutto per puntare all’autonomia di queste persone che, se sostenute con un aiuto economico all’inizio e poi accompagnate e monitorate, spesso trovano da sole la forza di reagire.
La maggior parte delle richieste provengono dal Centro-Nord. mentre nel Sud abbiamo riscontrato una minore richiesta che forse è il frutto di più cause: nel Sud funziona ancora la relazione con la famiglia di origine, e quando ci sono delle difficoltà spesso ci si rivolge ai parenti, inoltre spesso si è restii a rivolgersi ad un’associazione (soprattutto via internet strumento non molto usato).
Inizialmente il progetto Aiutiamoci è stato impostato sull’appello inoltrato via internet sul sito e/o sul giornale dell’Associazione) per la raccolta fondi mirata ad un caso specifico, ma con l’aumento delle richieste questa procedura, riservata a pochi, non riusciva a dare una risposta a tutte le famiglie. A questo punto abbiamo redatto un regolamento per gestire al meglio le richieste, mettendo in moto un meccanismo di sostegno più articolato. Infatti alcune fondazioni di Brescia hanno voluto affidare al nostro progetto dei fondi da destinare alle famiglie in difficoltà. Così il regolamento è servito per gestire al meglio queste risorse.
Quando arriva la richiesta di aiuto direttamente dalla famiglia o su segnalazione del coordinatore, quest’ultimo o chi per lui cerca di contattarla e conoscere bene la situazione sul posto, poi si cerca di creare una rete di solidarietà tra le famiglie vicine sicuramente più efficace e stabile di un aiuto esterno. Infine il fondo dell’Associazione interviene per aiutare la famiglia a pagare una parte dei debiti selezionando le scadenze più impellenti: il fitto in caso di sfratto, la bolletta se c’è l’interruzione della fornitura o è a rischio. Alcune famiglie chiedono generi alimentari e così, quando nella zona non si riesce ad attivare la rete, si inviano pacchi di alimenti che acquista l’Associazione.
In questo progetto ci sono due punti fermi essenziali:
1) è indispensabile la collaborazione dei coordinatori sul territorio;
2) risolvere situazioni di emergenza destinando specificatamente i fondi alle questioni più impellenti: es. pagamento fitto o bollette, evitando di destinare denaro contante alle famiglie, sostenendole nell’emergenza e responsabilizzandole.

Rosaria e Salvatore Masia
Progetto Aiutiamoci ANFN

Chi volesse contribuire al progetto di solidarietà Aiutiamoci può farlo con una donazione sul conto dedicato.
La donazione, tra l’altro deducibile ai fini fiscali, è da da versare sul conto di
Banca Prossima intestato all’Associazione Nazionale Famiglie Numerose di Brescia, IBAN: IT51 U033 5901 6001 0000 0011 358