• it
ANFN SICILIA: STOP ALLA LEGGE DI STABILITA’ REGIONALE

ANFN SICILIA: STOP ALLA LEGGE DI STABILITA’ REGIONALE

461
Condividi

Dal coordinatore regionale della Sicilia Dario Micalizio un forte appello alla mobilitazione in difesa dei (pochi) residui benefici destinati alle famiglie, Micalizio invita anche a firmare la petizione indirizzata al Commissario dello Stato della Sicilia che trovate QUI

L’Assemblea Regionale Siciliana ha approvato il Disegno di Legge di
stabilità che, agli artt 26 e 39 riduce i pochi benefici previsti per le
famiglie, perchè ammette a parteciparvi anche le coppie di fatto, con cui
andranno divise le poche somme stanziate.
Quindi, vi invito a scrivere subito al Commissario dello Stato
(come ha fatto anche il presidente Bianchini del Forum della Sicilia),
affinchè impugni tali norme.
Se il Commissario riceverà un bel pò di email, lo farà immediatamente.
La email che io ed altri abbiamo già inviato hanno il seguente testo
che potrete ricopiare ed inviare così com’è, aggiungendo il vostro nome e cognome, ad entrambi gli indirizzi di
posta elettronica sotto indicati:

Al Commissario dello Stato della Sicilia
comstasicilia@governo.it
comstasicilia@mailbox.governo.it


Gli artt.26 e 39 della Legge di Stabilità approvata dall’ARS sono in
conflitto con gli artt.31, 29 e 3 della Costituzione, con le attribuzioni
esclusive del Legislatore nazionale (ordinamento civile dello status
delle coppie di fatto ed equiparazione) e di ogni Comune siciliano
(istituire il registro delle unioni civili diventa di fatto obbligatorio
per poterle ammettere ai benefici oggi estesi).
Se impugnerà tale Legge, eviterà che le coppie senza doveri giuridici
coniugali esauriscano le scarse risorse assegnate alle famiglie di rango
costituzionale, lasciando poco o nulla a queste ed a quelle numerose, a
cui l’art.31 Cost. riserva invece priorità (“particolare riguardo”)
nelle agevolazioni.

Cordiali saluti