• it
ANFN Cuneo: 50.000 volte GAF

ANFN Cuneo: 50.000 volte GAF

576
Condividi

Il 2012 per il Gruppo di Acquisto Familiare della provincia di Cuneo ha rappresentato il raggiungimento, anzi l’abbondante superamento, della soglia dei 50.000 Euro (per la precisione poco meno di 56.500) di prodotti distribuiti alle famiglie, un somma che quattro anni fa, all’inizio di questa iniziativa, sarebbe sembrata un semplice miraggio.
La parte preponderante, poco meno del 60%, è sempre rappresentato dai pannolini per l’infanzia, a questa si unisce il 30% raggiunto dal Parmigiano Reggiano ed il 5% dell’olio extra vergine pugliese; la parte restante se la dividono la polpa di frutta, gli agrumi con la frutta secca ed i croissant.
L’ottima qualità dei prodotti offerti e l’elevato risparmio, in alcuni casi superiore anche del 50% rispetto ai prezzi riscontrabili nei normali canali di vendita, fanno da grande richiamo per le famiglie dell’associazione che continuamente si avvicinano alle proposte del GAF .
Sicuramente la componente economica ha una grande rilevanza, infatti sulla cifra totale raggiunta si può tranquillamente calcolare in ca 40.000 Euro non spesi dalle famiglie dell’ANFN cuneese che nel 2012 hanno aderito al GAF, logicamente questi risultati sono possibili prima di tutto perché si opera solo su grandi confezioni, rivolgendosi a famiglie numerose questo non rappresenta un grosso problema, anzi, stimola la collaborazione come la necessità di organizzarsi per recuperare i prodotti che di norma vengono distribuiti presso lo sportello provinciale, ospitato nella sede del Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese a Borgo S.Giuseppe, per ottimizzare al meglio il trasporto in altre zone della provincia.
Per sopperire alle distanze giova la collaborazione con altri gruppi di acquisto esistenti, in particolare nel saviglianese, e con altri enti socio-assistenziali, per la zona di Peveragno e Chiusa Pesio, che consente di avvicinare la distribuzione alle famiglie residenti nelle zone interessate da queste realtà.
Inoltre, grazie alla disponibilità di alcune famiglie per l’apertura settimanale dello sportello, dove vengono raccolti gli ordini ed effettuate le consegna, per la gestione logistica e per lo smistamento, non esistono ulteriori gravami sui costi di approvvigionamento e trasporto.
Il 2012 ha visto accrescersi in modo evidente e proficuo il contatto con alcune organizzazioni locali che operano a fianco ed a sostegno delle famiglie in difficoltà; in particolare con i gruppi dell’Ass. San Vincenzo e della Caritas Diocesane è in atto una stretta collaborazione al fine di massimizzare gli interventi a favore soprattutto di chi ha bambini in tenera età.
Come anche con il Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese, grazie al quale è garantita la presenza dell’Associazione sul territorio tramite lo sportello, si stanno valutando possibilità di più stretta sinergia al fine di ottimizzare i costi di alcuni servizi forniti alle famiglie in gravi disagio sociale ed economico.
Probabilmente anche il 2013 appena iniziato continuerà a mettere a dura prova soprattutto chi ha figli; il GAF ANFN, grazie all’impegno di tante persone sia a livello locale che nazionale, cercherà di continuare a dare una risposta concreata alla crisi economica crescente e soprattutto a dimostrare come l’intraprendenza e la solidarietà delle famiglie siano i veri pilastri su cui il nostro paese potrà sempre contare.

Daniela e Silvio