• it
Anche a Napoli celebrata la 31^ Giornata per la Vita

Anche a Napoli celebrata la 31^ Giornata per la Vita

357
Condividi

Carissimi,
il 1° Febbraio si è svolta a Napoli, come d’altronde in tutte le altre Diocesi, la 31^ Giornata per la Vita, avendo come tema “ la sofferenza” , da cui lo slogan: “chi soffre non va mai lasciato solo”.
In comunione con l’equipe dell’Ufficio Famiglia, i responsabili delle 70, tra associazioni e movimenti che lavorano a favore della Vita, si sono incontrati per circa due mesi, a che la Giornata odierna potesse essere preparata nel migliore dei modi.
Una delle novità di quest’anno è stata la partecipazione massiccia di gruppi cattolici di altre etnie, infatti tra gli altri ha sfilato anche un gruppo di Congolesi che a suon di tamburelli ed altri strumenti a percussione, aiutandosi anche col battito delle mani, hanno dato vita ad una danza a mo di piccoli passi, cantando nella loro lingua inni al Padre Celeste.
Altra protagonista della manifestazione è stata la pioggia che ha accompagnato i partecipanti per tutto il percorso e fino all’arrivo in piazza del Plebiscito ove, per l’occasione sono stati allestiti i vari stand delle associazioni presenti, tra cui anche la nostra.
A tal proposito devo sottolineare il fatto che noi di ANFN siamo considerati, sia dall’Ufficio Famiglia che dallo stesso Cardinale Sepe, una delle associazioni più vicina alla Vita, dal momento che ogni giorno viviamo il disagio sociale di molte famiglie, ma soprattutto, ora più che mai, anche quello economico.
Ma poi, come potrebbe, il nostro vescovo dimenticare la Festa della Famiglia del 20 Aprile scorso dove, dopo la messa, si è voluto intrattenere con i numerosi bambini presenti, eludendo i numerosi e costanti solleciti da parte dei suoi accompagnatori, che vista l’ora tarda, si facesse presto ritorno in Diocesi!
Ritornando alla Giornata per la Vita, volevo specificare il perché della famosa “passeggiata” per le vie di Napoli:
passeggiare in famiglia era una delle belle abitudini domenicali o festive che le famiglie avevano per spendere tempo insieme e per un certo verso, rendere testimonianza della loro unione, solidarietà.
A Napoli, poi, lo “struscio” a via Roma era quanto di più significativo ed esteticamente bello per tutti gli strati sociali che si incontravano “passeggiando”, soprattutto in occasione dei “sepolcri”.
Per noi la passeggiata assume un aspetto in più: la testimonianza comune e gioiosa della bellezza dello stare insieme, nonostante la pioggia, dire alla città distratta che ci siamo, siamo il volto bello di Napoli, quelli che credono nella Vita e che sono solidali, aiutano, servono dando il loro tempo, le loro energie.
Il mondo funziona per questo e il Signore ci accompagna in questa passeggiata per le strade della città, facendosi bambino, migrante, portatore di handicap, madre, padre ecc…
Concludo con il saluto del nostro Vescovo: “ a Maronn v’ accompagna”, perché in questa bella avventura possiamo contare nel sostegno della Vergine Maria, che è la Mamma delle mamme.

Aniello e Adele GUIDO
ANFN Napoli