• it
“Alla carica” di Cristina Hueller

“Alla carica” di Cristina Hueller

900
Condividi

 

Ciao a tutti,

mi chiamo Fortunato de Olimpis e sono nato a Pizzighettone (nome buffo, vero?), un paese vicino a Cremona.

Dovete sapere che, per la gioia di papà, io sono il tanto desiderato figlio maschio, arrivato dopo quattro figlie femmine: Carlotta, Clotilde, Clelia e Caterina.

Caterina, la più piccola di casa, ha cinque anni. Assomiglia in maniera impressionante a papà Ulderico e lo adora. Da sempre Caterina ha un amico invisibile di nome Melanzana Joè e non muove un passo senza di lui.

Bene, ora voglio svelarvi un segreto, custodito gelosamente dalla mia mamma: Beatrice Libella. Lei fa la bibliotecaria ed ha la fortuna di essere amica di Miss Marianna, di Lavinia e del barone di Maramaos, tre abitanti del mondo della fantasia. Sì, avete capito bene, loro vivono nei libri, ma quando hanno voglia di divertirsi, escono dai loro romanzi e organizzano delle vere e proprie feste in biblioteca.

La storia incomincia, quando, il giorno del mio battesimo, questi strani amici della mamma si presentano a casa nostra, portando dei doni: un fischietto d’ottone annerito dal tempo, un cofanetto di legno scheggiato, due meravigliosi gatti egiziani e un vecchio bastone da passeggio, con il pomolo fatto ad aquila. Miss Marianna raccomanda alla mamma di custodire questi oggetti e di consegnarmeli quando compirò 18 anni. Il barone di Maramaos le affida i mici e le chiede di occuparsene con amore e di regalare i cuccioli che nasceranno a tutti gli abitanti del paese.

Sicuramente, adesso vi piacerebbe sapere qualche cosa di più su questi doni e sui gatti: Iside ed Osiride. Mi dispiace, ma non posso svelarvelo, perché rovinerei la sorpresa a chi, incuriosito dalle mie parole, vorrà leggere il romanzo “Alla carica” di Cristina Hueller, nonnina fantasiosa…se proprio insistete, posso aggiungere che, 18 anni dopo, io, Fortunato, verrò in possesso dei miei regali…regali magici e li dovrò usare per combattere Mirco Softa, sindaco di Pizzighettone e azionista della Smanettatech che, insieme a loschi individui, sta tramando per distruggere il mondo della fantasia e i suoi abitanti. Riuscirò a fermare Mirco Softa e i suoi compari? Lo scoprirete solo leggendo. Mi raccomando, spegnete il computer e accendete la fantasia.

Per la coda di mille sirene, come direbbe Miss Marianna, indomita corsara, tutti i personaggi di “Alla carica” vi salutano.

Con affetto Fortunato

 

Mi chiamo Cristina Hueller, sono nata a Bolzano e da otto anni vivo in Trentino in un minuscolo paese della val di Non.
Laureata in pedagogia, ex insegnante, svolgo oggi il mestiere più bello del mondo, quello della nonna.
Scrivo, soprattutto d’inverno, quando nel tepore della mia casa, le idee “raccolte” nei mesi più caldi si trasformano in parole.
Ho lavorato a lungo come volontaria nella biblioteca di Romeno ed è proprio lì che, circondata dai libri, ho avuto l’illuminazione per scrivere “Alla carica”, il mio secondo romanzo. Giorno dopo giorno, ho potuto notare che molti ragazzini venivano in biblioteca solo per usare il computer. Che tristezza! Per fortuna ce n’erano altri che regolarmente prendevano libri in prestito e li “divoravano”. Uno in particolare mi ha ispirato la figura di Fortunato de Olimpis, paladino e difensore del mondo della fantasia.
Ho scelto di donare i proventi del libro, all’Associazione Peter Pan – Alto Adige bambini con tumore, perché ho vissuto sulla mia pelle l’esperienza di avere un nipotino ricoverato in un ospedale, lontano da casa. Per nostra fortuna il problema si è risolto in breve tempo, ma per molti altri bambini la malattia è un calvario che dura a lungo.
L’associazione Peter Pan offre sostegno psicologico, morale e materiale alle famiglie dei bambini malati, mettendo anche a loro disposizione due appartamenti: uno a Innsbruck e uno a Padova.
Ha contribuito anche a migliorare, da un punto di vista strutturale, il Day Hospital oncologico presso la Pediatria di Bolzano (apparecchiature, arredo, sala giochi ecc.)
Tornando al libro: “Alla carica”, romanzo consigliato a ragazzi dai 10 ai 100 anni. Insomma a tutti quelli che sanno ancora volare alto con la fantasia.
Il libro è acquistabile online, sul sito di Edigiò, la casa editrice, su Ibs, Mondadori store, libreria universitaria. Oppure richiedetelo in libreria e insistete affinché il libraio ve lo ordini.

 

https://www.facebook.com/Alla-carica-romanzo-di-Cristina-Hueller-793323377354386/?fref=ts