• it
Alghero, oggi si conclude il Family festival

Alghero, oggi si conclude il Family festival

59
Condividi

Una mappa dei luoghi pubblici e privati a misura di famiglia. Saranno raccolti in una sorta di libro bianco curato dall’ufficio per le politiche familiari e presto consultabile da tutti – cittadini residenti e turisti. Accade ad Alghero, che lo scorso venerdì ha ottenuto dalla provincia autonoma di Trento il marchio di comune amico della famiglia.
Un marchio di cui, in Trentino, possono vantarsi otto comuni su dieci. Ed a cui guarda con interesse anche la regione Sardegna: venerdì l’assessore regionale al welfare Luigi Arru e il direttore dell’agenzia per la famiglia della provincia autonoma di Trento Luciano Malfer hanno sottoscritto un protocollo di pochi punti: se osservato alla lettera porterà il riconoscimento di family friendly a tutta la regione autonoma sarda. Intanto si conclude oggi ad Alghero il festival della famiglia: otto giorni di eventi capaci di calamitare bambini, genitori e nonni.
Resteranno a lungo nella mente e nel cuore di chi vi ha partecipato, ad esempio, lo scultore Andrea D’Aurizio coordinatore Anfn per la provincia di Pisa, che in questi giorni – nei giardini del parco Tarragona – ha inciso su pietra i disegni di alcuni bambini delle scuole materne cui era stato chiesto di disegnare la loro famiglia. O la testimonianza, portata agli studenti dei locali istituto alberghiero e liceo scientifico, dello chef Filippo Cogliandro, di Reggio Calabria, ribellatosi al racket dell’ ndrangheta. Cogliandro che si è anche messo alla prova, servendo, all’interno della mensa della Caritas di Alghero, una cena prelibata.
Ieri sera a Lo Quarter un esilarante Family’s got talent: presentati da Romano Marcias e Stefania Ambroggi, dieci gruppi familiari hanno cantato, ballato, dato vita a divertenti scenette. Commuovente il pezzo finale: sulle note de Il Guerriero di Marco Mangoni, dieci papà si sono messi in gioco ballando con le loro figlie piccole, strappando applausi ripetuti a scena aperta. Oggi giornata delle famiglie al museo: il Museo del corallo, della città, il Museo diocesano, il Villaggio Nuragico di Palmavera si aprono gratuitamente alle famiglie. Soddisfatti della riuscita dell’iniziativa Mauro e Filomena Ledda, consiglieri nazionali Anfn, che con Eleonora Cesarani coordinano l’ufficio per le politiche familiari di Alghero: “Fantastica la risposta della città al family festival. Un contenitore che si è, man mano, ingrandito grazie alla collaborazione di molti partner”.

Andrea Bernardini