• it
Addio Gabriele, 15 anni, falciato da un camionista ubriaco

Addio Gabriele, 15 anni, falciato da un camionista ubriaco

216
Condividi

Tragedia nella nostra associazione: sabato sera, mentre attraversava tranquillamente sulle strisce pedonali, è stato investito da un folle ubriaco il giovane Gabriele Fava, 15 anni, figlio di Giorgio e Maria Giulia, nostri associati della primissima ora.
Anche Gabriele era stato con la famiglia alla prima Assemblea di Roma, nel 2005, in Piazza San Pietro.
Tutti coloro che avevano viaggiato sul pullman con lui da Brescia a Roma lo ricordano ancora per la simpatia e la gioia che sprizzava da tutti i pori. Gabriele è morto sul colpo, sbalzato per 25 metri sull’asfalto, a pochi passi da casa. La mamma è stata la prima ad accorrere e Gabriele è spirato tra le sue braccia.
L’ultima giornata terrena, Gabriele l’aveva passata con gli Scout: era infatti capo squadriglia degli Orsi, i bambini tra gli 11 e i 14 anni.
Lascia nelle lacrime centinaia di amici e tutto il paese nel quale abitava con la sua famiglia, amatissima da tutti.
Il papà Giorgio, catechista, ha espressamente donato il suo perdono al camionista ubriaco che ha falciato la vita del figlio: “Gabriele non ce lo ridà più nessuno è questo il nostro dramma. Ma l’odio e il rancore sono sentimenti inutili. Siamo molto cristiani, ci aggrappiamo e ci aggrapperemo alla fede. Gabriele era un ragazzo speciale. Amico di tutti, cordiale, sapeva voler bene in particolare alla sua famiglia e agli amici Scout. Nel suo piccolo si impegnava ogni giorno per far crescere un mondo migliore. Perdoniamo quell’uomo ma sappia essere come Gabriele: si impegni anche lui per continuare l’opera di Gabriele. Ricominci da capo e abbandoni l’alcool”.
A Giorgio e Maria Giulia, che da sette mesi porta in seno la sorellina di Gabriele, al fratello e alle due sorelle, le condoglianze più sentite e affettuose della nostra Associazione.