• it
A Milano un Forum sulla famiglia all’Expo

A Milano un Forum sulla famiglia all’Expo

371
Condividi

In un clima di grande entusiasmo tra le centinaia di partecipanti, ma anche di tensione per il presidio di contestatori all’esterno della Regione Lombardia, si è svolto come da programma il convegno «Difendere la famiglia per difendere la comunità», organizzato a Palazzo Lombardia dopo settimane di polemiche sulla presunta matrice omofoba dell’iniziativa. Un’accusa pregiudiziale e del tutto infondata, ma che ha pesato sul convegno disturbato anche dall’incursione di un giovane che ha tentato di prendere la parola per attaccare organizzatori e partecipanti.

Tra i relatori, Costanza Miriano, padre Maurizio Botta, Massimo Introvigne, Costanza Miriano, Mario Scicchitano e Mario Adinolfi, moderati da Luigi Amicone, direttore di Tempi, il settimanale la cui sede è stata imbrattata nella notte di giovedì 15 con scritte ingiuriose. I contenuti degli interventi, nei quali è stata costantemente rivendicata la libertà di espressione e il doveroso rispetto per opinioni tanto radicate nel Paese come quelle sull’istituto familiare, sono stati tutti orientati a sostenere in positivo che esiste solo una famiglia, quella composta da un uomo e una donna e i figli nati dalla loro unione, scolpita nella Costituzione, replicando punto per punto e tra gli applausi del pubblico ai principali argomenti presentati dai sostenitori della pluralità di modelli familiari. Di toni omofobi neppure l’ombra, anche se l’ampio schieramento di forze dell’ordine per prevenire incidenti, insieme alla manifestazione esterna di movimenti Lgbt, rappresentanti di sindacati e partiti di sinistra, ha creato attorno all’evento un clima stonato rispetto agli effettivi contenuti.

Al convegno hanno presenziato anche il ministro Maurizio Lupi, Roberto Formigoni, Ignazio La Russa e numerosi consiglieri regionali. Tra gli interventi istituzionali, anche quelli dell’assessore regionale alle Culture e identità Cristina Cappellini, di Massimiliano Romeo, primo firmatario della mozione per istituire la Giornata regionale della famiglia, del presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo e del presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, che rivendicando il merito di aver resistito agli attacchi e all’invito a rimuovere dall’iniziativa il logo dell’Expo ha rilanciato agli organizzatori del convegno (Alleanza Cattolica, Fondazione Tempi, Obiettivo Chaire e Nonni 2.0, insieme alla Regione) la proposta di allestire proprio durante Expo un Forum nazionale sulla famiglia, per approfondire in chiave valoriale il tema dell’esposizione universale (Nutrire il pianeta).

Fonte: avvenire.it